annacongiu

 

 

Anna Congiu

 

 

si avvicina alla danza molto giovane all’età di cinque anni ma solo a 16 anni comincia ad
approfondire lo studio, dall'incontro con Elena Lobetti Bodoni inizia a studiare giornalmente a Torino e in
seguito ai consigli del coreografo Paolo Mohovich prosegue la formazione alla Scuola del Balletto di
Toscana diretta da Cristina Bozzolini.
Dopo due anni di formazione professionale con numerosi insegnanti tra i quali: Eugenio Buratti, Arianna
Benedetti, Deanna Losi, Michele Merola, Simonetta Giannasi, Silvia Chirico, Fabrizio Monteverde, Stefania
Pacifico, inizia le esperienze lavorative a Siena con Massimo Andaloro con la produzione “Feel Love”.
Prosegue il suo percorso entrando a far parte di “Exprimiti” Gruppo Danza Torino, con lo spettacolo
“Ed è subito mare”- “Blu”.
Nel 2012 partecipa al progetto Co.Dance , abitare i corpi, abitare i luoghi dove incontra la compagnia
Zerogrammi, e ha modo di conoscere da vicino il loro approccio performativo. Prende parte alla
performance intergenerazionale di community dance “Dimore”, con la direzione artistica di Luca IMG 9388
Silvestrini, PROTEIN DANCE COMPANY di Londra.
Si confronta e matura nuove concezioni di danza anche all'estero: Nizza, Den Haag, Hannover e attraverso
workshop con Mia McSwain e Guillame Siard-Ballet Preljocaj.
Continua costantemente a perfezionarsi all'interno delle lezioni professionali con il Balletto dell'Esperia e
studia con maestri tra i quali: Pompea Santoro, Daniela Paci, Cristina Golin.
Nel 2013 si trasferisce a Berlino dove lavora come coreografa e danzatrice presso il “Galli Theatre”, Mitte.
Con Raffaele Irace inizia una collaborazione come danzatrice all’interno della Compagnia Torinese “The
Very Secret Dance Society“ tra le produzioni svolte ”Badly Addicted” in cui è protagonista in un passo a
due con Edoardo Cino, nello spettacolo Danze Segrete che viene presentato al Teatro Le Serre in occasione
di Grugliasco in Danza 2014 e la stessa produzione viene danzata in Germania a giugno dello stesso anno
in occasione del TanzArt Ost West – Giessen.
Con il gruppo artistico “Gash-Studio Hydra” collabora attivamente come unica danzatrice scelta all'interno
di istallazioni e mostre d'arte contemporanea come quella di Priverno (2014): “Il Filo Rosso del Destino” e
quella di Napoli (2015): “Radix in Lumine”.
Collaboratrice organizzativa e insegnante presso Progetti Per La Danza, Arezzo.