locking1Hip Hop

 

Dalle strade del Bronx, famoso distretto di New York City a nord dell’isola di Manatthan, intorno al 1970, nasce, tra le comunità afro-americane e latino-americane, un nuovo movimento culturale chiamato “Hip Hop”, caratterizzato da 4 elementi principali:

 

-          - L’ MC (Master of Cerimonies), introdotto dagli afroamericani, noto anche come Rapper, è colui che intrattiene il suo pubblico con rime liriche improvvisate (la musica Rap appunto).

-           - Il DJ (Disk Jockey), introdotto dai jamaicani, è colui che produce vari giochi (detti tricks) sul giradischi, ottenendo un unico suono dalla combinazione sonora di più separate canzoni.

-          - Writing (graffiti), forma d’arte esistente già dagli anni 1950, introdotta dai latinoamericani e sviluppatasi poi nella cultura Hip Hop principalmente per diffondere il nome, i simboli, la storia, della propria crew o gang sui muri della città (New York City) o sui mezzi di trasporto.

-          - B-boying (Breaking), ballerini  che si muovano al “break” della musica. Stile dinamico di danza originato da danzatori afroamericani e latinoamericani.

 

Negli anni 1980 grazie ad una forte esposizione mediatica l’Hip Hop varca i confini americani espandendosi in tutto il mondo. Il riflesso di questa nuova cultura “urbana” ha generato oggi un imponente fenomeno commerciale e sociale, rivoluzionando il mondo della musica, della danza, dell’abbigliamento e del design. 

 

Diversi sono gli stili proposti dalla Fit Village Urban Dance: dalla creatività ed originalità della New Style, alla dinamicità ed espressività della Street Dance, ai ritmi scatenati della House Dance fino ai movimenti esplosivi afro-jamaicani del Ragga-Dancehall, e tanti ancora, come Krump, Wacking/Voguing, Hype… Per poi tornare alle origini della cultura con lo studio della Old School (Breaking, Popping, Locking). Tanti sono i corsi, divisi per livelli e “colori”.

 

 

 

Corsi